Di Al Tallarita

Davanti al degrado intellettuale, è inutile discutere. Attentato alla Costituzione l’utilizzo del Green pass, attentato alla libertà personale un vaccino, che è l’unico rimedio per fermare una pandemia e che viene invece negato. Ecco su cosa issano, un’infausta bandiera, questi squinternati. Oltre chi ragionevolmente può avere ragioni, dubbi, paure o altro.
Centinaia di persone senza mascherina, caos, violenza, la polizia postale che fa controlli a tappeto e scopre arsenali e formazione da miliziani..allora ditelo che semplicemente, dietro il complotto VV, dietro i novax e dietro questa confusione, ci sono solamente i facinorosi della violenza comune. Che dietro qualsiasi ramoscello al vento, si armano alla battaglia mondiale, solo per perpetrare la violenza, ad ogni livello. Perché di questo si tratta, dopodiché tutti gli irriducibili, che rifiutano le cure, che rifiutano il casco, aggrediscono medici e assaltano ospedali, è che però lo Stato Italiano inserisce negli ospedali, facendo si che le sale di rianimazione si riempiano nuovamente, a scapito di altri malati..sinceramente il dissenso dei vaccinati sale. E sono sicura che si farà sentire, perché se inizieranno dei lockdown a tappeto come sta succedendo in Austria, e ci saranno dei lockdown dato l’aumento dei casi, non penso che chi si è fatto la prima e la seconda dose e sta facendo la terza, responsabilmente per sé e per il bene della collettività, riuscirà a restare in silenzio. Perché parliamo di oltre il 80% degli italiani, mentre gli altri possono credere anche all’asino che vola.. ma la manna dal cielo in questo caso è stata proprio il vaccino. E che invece, stanno sereni, all’interno di una società che negano, proprio grazie a chi il vaccino lo ha fatto. Al quale tutti guardavamo, nel momento in cui non sapevamo cosa fosse il covid, con speranza. E poi sono arrivate le follie complottiste, quelle dall’America, a cui si è avvicinato addirittura un Kennedy! .. ora tutti coloro che danno credito a queste sciocchezze e ve ne sono anche fra i parlamentari, cosa ancora più degradante, dal mio punto di vista, inneggiano a una libertà fittizia, senza rendersi conto che poter vivere in una società sana, senza contagi, rispettando anche gli altri, senza spirti solo egoistici, è la vera libertà. Pensando responsabilmente agli ammalati, gli anziani, come più volte ho detto. Se ci dev’essere una campagna vaccinale, come è stato per il colera o la poliomielite, deve essere una campagna, che comprenda tutti. Le persone, i ragazzi, i lavoratori, nelle scuole, nei mezzi pubblici.. sono a stretto contatto e con mascherine sotto al naso e distanze sparite. Perché si cammina due velocità ..quella degli uffici, come in tribunale, in cui non si può entrare se non una persona una volta e neanche.. in una stanza e poi esistono tutte le altre persone di serie B. Come se il virus andasse a due velocità.
Ora io mi domando, quando i dati consentiranno la scienza, i produttori e la politica a consentire l’obbligo vaccinale.
E così in tutta Europa. Solo questa evoluzione potrà farci uscire da questo incubo che sì è aperto nel dicembre 2019.
Hanno paura dei manifestanti, della guerriglia, ma la legge esiste per questo.
E la libertà è salvaguardata anche dalla punizione. Che è prevista nel diritto.
La legge deve essere rispettata da tutti.

Liberi, al momento, di non vaccinarsi: si accettino allora le misure di contenimento e controllo. Greenpass incluso. Nel bene per la salvaguardia, di chi vuole uscire da questa pandemia. E lo fa anche vaccinandosi, oltre che mantenendo il distanziamento e usando dispositivi igienici adatti, come le mascherine, in mezzo agli altri. Chi oggi protesta lo fa senza proteggersi. Senza distanziamento. Né protezioni igieniche. Oltre alla voglia di gridare diritti e libertà, così facendo, facilitano ampiamente i contagi. E non apro la parentesi.. degli incontri al bar o le feste con un contagiato, ultima moda, al fine di contagiarsi tutti. E poi finire intubati in ospedale.

Abbiamo imparato vivendo e vedendo, come si evolvesse questa situazione, per noi del tutto nuova. Quella di una pandemia mondiale ad alta contagiosità. Coloro che non rispettano le leggi di uno Stato, emanate ai fini del bene della collettività, data l’emergenza della pandemia, devono essere puniti. Si prendano fino in fondo, delle loro responsabilità. Una popolazione in marcia, che se ne infischia degli ammalati, dei morti che ci sono stati. Li rinnega, grida la complotto, o addirittura nega l’esistenza del covid.. incuranti di tutti coloro che si potranno ancora ammalare. Benché oltre, se ne infischiano della libertà di tutti coloro che si sono vaccinati e grazie a loro aumentano, la percentuale di immunità collettiva.

Una malattia, che ha dato vita a tantissime varianti e che ci ha messo in una condizione di debolezza, rispetto alle nostre abitudini. Continueremo a non poterci muovere, restare legati nei nostri paesi, nelle nostre città, forse anche nelle nostre case, se non si capirà che tutta questa violenza e mancanza di visione della realtà, deve essere fermata. E proprio dallo Stato e dai provvedimenti del Ministero della sanità, con diciture diktat chiari e per tutti.

Foto:

Manifestazione dei “masques blancs” (“Maschere bianche”) contro l’uso delle mascherine e, in generale, contro le restrizioni sanitarie nel quadro della lotta contro il Covid-19. Lione, Francia, 15 maggio 2021 | Nicolas Liponne.