Riceviamo e pubblichiamo

“Ancora uno schiaffo alla legge e al più elementare concetto di giustizia nel nuovo bando per le graduatorie delle case popolari che dovrà essere approvato dall’Aula Giulio Cesare.

Il Pd ‘dimentica’ forse le indagini in corso avviate dalla procura per chiarire i rapporti tra la giunta capitolina e le rappresentanze degli occupanti abusivi, e dalla Corte dei Conti, che indaga sul costo delle occupazioni abusive a Roma, calcolato in 72 milioni all’anno, e prosegue a predisporre atti che vanno in questa direzione. Inaccettabile pretendere non solo di mettere in graduatoria gli occupanti abusivi, ma pure di offrire loro punteggi proprio in virtù della condizione di piena illegalità: in barba agli onesti cittadini in lista di attesa.

La Lega non ci sta, faremo le barricate pur di fermare una delibera che, se non corretta, merita solo di diventare carta straccia”. Lo dichiara in una nota il capogruppo della Lega in Campidoglio Fabrizio Santori, a proposito del nuovo bando per l’accesso alle graduatorie per le case popolari a Roma.

error: Content is protected !!