giovedì 13 maggio 2021

Di Al. Tallarita

La gente, la comunità ebraica e la voce unanime della politica, si sono dati appuntamento ieri al Ghetto, nel cuore di Roma. Luogo simbolo di dolore, ma anche di speranza e di onore. Per chi ha subito orribili perseguitazioni e tutt’oggi subisce in un’altra parte del mondo. Da cui sono partiti uomini che combattendo, si sono sacrificati, per la nostra patria.La gente, si è raccolta per manifestare a sostegno di Israele, contro gli attacchi terroristici che sta subendo.Un coro unanime, contro questi ‘stati canaglia’ come li ha definiti Sen. Matteo Salvini, presente ieri in piazza, che ‘vogliono limitare la libertà’.’Attacchi terroristici’ che ‘Non possono essere taciuti, né sottovalutati ‘.Il Senatore è stato citato in un’intervista da uno dei quotidiani più importanti di Israele, Israel Hayom, sostenendo che si tratti di ‘legittima difesa’ e che sia ‘inaccettabile il silenzio delle istituzioni europee e dell’ONU, così come di altri governi’ che restano muti davanti a questo genere di violenze, contro la libertà.Il quotidiano nella serata, dopo la toccante manifestazione, tenutasi, ha pubblicato l’intervento di Matteo Salvini.Titolando: “Politico italiano sotto accusa per aver sostenuto Israele. Nonostante le minacce di morte contro se stesso e la sua famiglia, Matteo Salvini, (..) ed ex vice primo ministro del Paese, riafferma il sostegno allo Stato ebraico”.Continua l’articolo sottolineando che:”Matteo Salvini, ha scatenato la rabbia con un tweet che ha pubblicato in solidarietà con Israele, mentre lo stato ebraico è sotto attacco (..) dai razzi dalla Striscia di Gaza. Minacce di morte sono state anche fatte contro Salvini, che fino a poco tempo fa è stato vice primo ministro e ministro degli interni della nazione europea.””Nel tweet, pubblicato (..) dopo aver affrontato una manifestazione a sostegno di Israele a Roma, mercoledì, il leader della Lega Nord ha detto: “Mi aspetto una posizione chiara dal governo italiano, perché abbiano il coraggio di dire che Hamas e l’Islam I Jihad sono TERRORISTI: non vogliono la pace ma la distruzione. #IsraelUnderAttack”(..)”L’articolo tuona poi così:”Coloro che minacciano Salvini sono membri della sinistra politica italiana e immigrati arabi e musulmani nel Paese.In un’intervista con Israel Hayom, Salvini, il cui partito è ora leader nei sondaggi di opinione italiani, ha ribadito il suo totale sostegno a Israele e al suo diritto all’autodifesa”.E poi cita l’intervista di Salvini:”Ho avuto l’opportunità di riconoscere e apprezzare il popolo israeliano: un popolo generoso, solidale, accogliente e industrioso. Esprimo il mio sostegno ai bambini, alle famiglie, agli anziani e ai soldati minacciati da anni da missili, attacchi e violenza. Spero che il rifiuto palestinese di riconoscere la legittimità dello Stato ebraico finisca “E continua ‘quella di Israele’:”È autodifesa. Ciò che è inaccettabile è il silenzio e l’ipocrisia delle istituzioni europee, delle Nazioni Unite e di molti governi alla luce di questa violenza inaccettabile”.E alla domanda:’D: Il tuo sostegno a Israele ti ha reso il bersaglio di minacce di morte. Il sistema giudiziario italiano agisce contro coloro che minacciano?’Salvini ha risposto:”Venerdì mi presenterò davanti al tribunale dove potrei trovarmi prima di un altro processo perché ho impedito l’arrivo di immigrati clandestini in Italia. Potrebbero condannarmi a 15 anni di reclusione per questo. (..) queste minacce contro di me non mi spaventano. È vero il contrario: mi danno potere. Mi dispiace vedere che molti di quelli che insultano me [e mi minacciano] e la mia famiglia con la violenza hanno vissuto in Italia per un po ‘. Molti di loro sono figli di immigrati che vivono in Italia da anni. Tuttavia, sono disposti a dare ascolto all’appello islamista che si oppone direttamente ai diritti e alla dignità democratica di coloro che li hanno accolti nel grande Paese d’Italia “.La condanna espressa contro il regime terrorista ieri nel ghetto di Roma, è stata una voce unanime, di tutti i partiti, che si sono presentati senza colori sul palco. Con le associazioni ebraiche romane italiane. Sono intervenuti tutti, oltre Salvini, anche Letta, Toti, la Boschi ed altri. Ha colpito la mancanza del Sindaco 5stelle Raggi. E il debole intervento di condanna, a parole, del Ministro degli Esteri Di Maio, ieri assente. Tutti uniti a Roma per Israele, sono stati una unica voce, che si è alzata dalla piazza e dal palco, per la pace, e il ritorno alla normalità, nel rispetto della libertà, contro qualsiasi tipo di regime terroristico.

Link articolo citato:https://www.israelhayom.com/2021/05/13/italian-politician-under-fire-for-supporting-israel/